Skulture, Arte & Restauro, Mola Floriano, pietra leccese, tufo, carparo


materiali
16 marzo 2007, 20:25
Filed under: materiali


PIETRA LECCESE: E’ una pietra di origine calcarea della famiglia delle calcareniti mioceniche tipica e unica della zona del Salento e rappresenta il consolidato di sedimenti marini depositatisi in milioni di anni. La pietra si presenta abbastanza liscia dalla grana fine, ha una tonalità di colore bianco-giallo paglierino. Caratteristica di questa pietra è che allo stesso tempo tenera e duttile e compatta e omogenea , adatta per qualsiasi lavorazione, infatti fu adottata nel Seicento da molti artisti locali per creare decorazioni di chiese, volute, fregi, capitelli, rosoni, colonne e architravi raggiungendo livelli di complessa architettura Barocca.

webpietra-leccese.jpg

TUFO: Molteplici sono i tipi di tufo che possiamo trovare in zona, le caratteristiche cambiano in base alla cava d’estrazione e addirittura molto spesso si possono trovare diversi tipi nella stessa cava in base alla profondità dei sedimenti. Peculiarità di questa pietra morbida è la sua facile malleabilità, si presenta più porosa rispetto alla pietra leccese e ha un colore ambrato, al suo interno presenta a volte venature di roccia viva e resti di fossili di fauna marina (la gran parte di questi risalenti a sei milioni di anni fa) ne fanno una pietra poco omogenea ma di facile lavorazione.

webtufo.jpg

CARPARO: Parente stretto del tufo e della pietra leccese, diffuso nella stessa zona, si differenzia da essi per la sua porosità marcata, per il colore più scuro, sul giallo dorato, e per la sua durezza.

webcarparo.jpg

GESSO:

Commenti disabilitati su materiali